Un piano nazionale contro la disoccupazione

Enrico Letta e Enda Kenny“La grande priorità è creare lavoro per i giovani, prima del Consiglio Ue approveremo un piano nazionale contro la disoccupazione”. Lo ha annunciato il presidente del Consiglio dei Ministri, Enrico Letta, che ha ricevuto a Palazzo Chigi il primo ministro della Repubblica d’Irlanda, Enda Kenny.

“Abbiamo discusso di una serie di punti che potranno far parte della conclusione del Consiglio europeo – ha spiegato il presidente del Consiglio – da cui non dovranno arrivare vuote dichiarazioni ma fatti concreti, soluzioni rapidamente realizzabili nella lotta alla disoccupazione”.

Prossimo vertice UE dia segnale forte sull’unione bancaria. “Ho augurato al presidente irlandese il massimo successo per il semestre che sta presiedendo – ha detto il premier incontrando la stampa (video sul sito del Governo – è necessario che il vertice europeo dia un segnale forte verso l’unione bancaria: non possiamo lasciare questo tema per aria come non ne avessimo parlato. L’applicazione dei punti rimasti aperti è decisiva. Abbiamo parlato dell’unione bancaria, il prossimo Consiglio europeo deve applicare l’unione bancaria già decisa l’anno scorso, del piano europeo contro la disoccupazione giovanile, dell’accordo commerciale con gli Stati Uniti”.
“L’accordo commerciale con gli Stati Uniti è uno dei temi di cui abbiamo parlato con Kenny, anche in vista del prossimo vertice UE sull’accordo è importante dare mandato alla commissione per negoziare. Non faremo mancare il nostro supporto al premier irlandese, perché anche su questo il semestre Ue a presidenza irlandese possa essere un semestre di successo”.

In autunno visita a Dublino. ”Abbiamo concordato in autunno una mia visita a Dublino per fare il follow up della presidenza Ue irlandese e preparare la presidenza italiana per la seconda metà del 2014. Sono sicuro che la presidenza Ue italiana e irlandese lavoreranno in continuità, perché i due paesi hanno sempre avuto unità di intenti”.

Commenti

Lascia il tuo commento

Lascia il tuo commento