Con Udc ragioniamo sul merito

«Abbiamo tutti espresso con grande chiarezza la distinzione di linea profonda. Mi auguro che l’Idv si renda conto che con quella linea può anche lucrare uno 0,3% in più, ma fa un grande piacere alla maggioranza e ai falchi della maggioranza. Altrettanto sbagliato, però, è l’atteggiamento della maggioranza che pretende di dettare all’opposizione come si deve costituire».

Queste le parole di Enrico, ospite a “La telefonata” di Maurizio Belpietro, in merito all’alleanza con l’Idv. Quanto alla possibilità di un alleanza con l’Udc per una coalizone di opposizione più ampia, Enrico sottolinea che «lavoriamo, a partire dalla regionali, per costruire le condizioni per le quali il Pd apra un percorso con l’Udc, che dalle regionali arrivi alle politiche. Se poi si deve chiamare Cnl dico di no, perché si ricadrebbe nello stesso errore di concentrarsi solo sulla persona di Berlusconi, errore che ci ha fatto perdere in questi ultimi 15 anni. Una coalizione larga è possibile attorno ai temi di merito a patto che ognuno corra per vincere».

Lascia il tuo commento