La legge elettorale è la nostra priorità assoluta. Va cambiata

“Cambiare la legge elettorale è la nostra priorità assoluta. È fondamentale non accostare questa questione a quella delle modifiche alla Costituzione, altrimenti si blocca tutto.  Per farlo è poi necessario l’accordo con gli altri in Parlamento e quindi è inutile e controproducente cercare ora di scaricare le colpe sul Pdl e il Terzo Polo. Sia chiarissimo che se non si riuscisse disgraziatamente ad abolire il porcellum, le primarie per i parlamentari il Pd le deve fare”. Lo dice Enrico Letta alla Direzione del Pd che si è tenuta oggi alla sede del Partito Democratico.

“Sul lavoro abbassiamo tutti i toni e prepariamoci a trovare buone soluzioni in Parlamento. Lavoriamo però – osserva – a valorizzare le cose positive che ci sono nella riforma per i giovani, i precari e gli esclusi. Dobbiamo rappresentare i giovani e gli esclusi, non solo il lavoro oggi tutelato”. Guardare alle paure di chi un lavoro ce l’ha e insieme alle speranze di chi lo sta cercando, quindi.

Sul lavoro dobbiamo parlare a tutti, sia quelli che sono in uscita sia quelli che devono entrare parlare a chi ha timori e parlare a chi ha speranze. Il lavoro, dei giovani, il costo della vita e la scuola sono i messaggi forti che dobbiamo mettere al centro, la forza del Pd è che ha a cuore l’interesse generale”.

Quanto al governo, “deve mettere in campo un messaggio caldo”, ha sollecitato. “Monti è tutt’altro che un conservatore come troppi anche a casa nostra lo dipingono”.

Infine, si sofferma a parlare del Partito Democratico: “La Direzione – dice – esalta l’unità del Pd che è essenziale per la vita del governo Monti e la relazione di Bersani ha aiutato molto lo spirito unitario”.

Commenti

Lascia il tuo commento

Lascia il tuo commento