Pomigliano: oltranzismo ha fatto crescere il no

«Il Pd ha chiaramente auspicato la vittoria del sì a Pomigliano sottolineando l’unicità dell’accordo. Senza nessun cedimento verso l’oltranzismo. Semmai il fatto che il no ha preso più voti di quanto la quota di iscritti alla Fiom lasciasse prevedere è colpa anche dell’oltranzismo di Sacconi. Se il ministro non avesse caricato di significati ideologici l’accordo e non avesse estremizzato i contenuti del referendum, il no avrebbe preso meno voti». Lo ha affermato Enrico commentando l’intervista del ministro del Lavoro al Corriere della Sera. Secondo Enrico «purtroppo per tutti il governo e il ministro non riescono a gestire con equilibrio queste vicende. E il loro atteggiamento ideologico e oltranzista ha condizionato negativamente il voto. Il governo si tolga l’elmetto e la baionetta e smetta di usare Pomigliano per regolamenti di conti che fanno danno alla Fiat, ai lavoratori e alla competitività dell’Italia».

Commenti

Lascia il tuo commento

Lascia il tuo commento