Rigore sì, ma l’Europa non può strozzare la Grecia

“L’Europa deve aiutare la Grecia a ripartire, il rigore è giusto, ma non può strozzare il debitore. Questo deve essere lo spirito comunitario. Bisogna che Berlino e Bruxelles lo capiscano. L’Italia deve spingere l’Europa in questa direzione, deve convincere Francia e Germania ad ascoltare alcune giuste rivendicazioni del popolo greco”, ha affermato Enrico Letta, a margine di un convegno organizzato da FareFuturo. “La caduta del Muro di Berlino, ha aggiunto, accelerò la nascita dell’Euro, la crisi greca può spingere verso l’Europa politica”.

“La missione affidata al governo Monti non è terminata, richiede certamente i quindici mesi che ci separano dalla fine della legislatura. È necessario che la maggioranza che lo sostiene sia più coesa e consapevole della difficoltà dei problemi sul tappeto, a cominciare dalla riforma del mercato del lavoro, che non è una scelta tecnica, ma richiede un accordo politico in grado di tenere unita la maggioranza”, ha continuato poi, a proposito della situazione politica nel nostro Paese. Fra i nodi che presto verranno al pettine,  ha indicato “tre questioni spinose che in questi quindici anni una Italia divisa in guelfi e ghibellini non ha potuto affrontare”: la riforma della governance della RAI (“Il governo assuma le sue responsabilità, non possiamo andare avanti con i blitz”) e la riforma della giustizia per accelerare il processo civile.

Sull’articolo 18 ha commentato : “La riforma del mercato del lavoro necessita di un chiaro accordo politico, in grado di tenere unita la maggioranza di questo governo”.

Commenti

Lascia il tuo commento

Lascia il tuo commento