Senza paura

Intervento di Enrico Letta sulle primarie del PD per scegliere i parlamentari, pubblicato su Europa, giovedì 13 dicembre 2012

Lunedì la direzione nazionale del Pd deciderà forme e tempi per svolgere primarie aperte per i parlamentari. Avevamo preso l’impegno che se malauguratamente fosse rimasto il Porcellum avremmo dato ai nostri elettori e militanti il potere di scegliersi i propri parlamentari. E la necessità di mantenere questo impegno non può essere superata dalla effettiva ristrettezza dei tempi che il probabile voto il 17 febbraio comporta. Non è, infatti, in ballo solo una questione di forma o di regole. Il tema riguarda la strategia politica per vincere le elezioni e poter poi governare dopo aver vinto.
Oggi siamo in evidente vantaggio, lo sappiamo. Ma questo vantaggio, acquisito grazie alle primarie del 25 novembre, può facilmente essere dilapidato in tempi di politica così volubile. E il modo migliore per perdere è incominciare a giocare in difesa.

Immaginando che a questo punto basti andare al voto senza fare errori per raccogliere una vittoria annunciata. Non sarebbe così. Abbiamo già intravisto in questi giorni a quale tipo di campagna elettorale stiamo andando incontro.
E sappiamo che solo se noi giochiamo all’attacco fino all’ultimo giorno e anche oltre saremo convincenti e vincenti. Sappiamo anche, e soprattutto, che con il Porcellum e con la frammentazione in corso non basta vincere. Bisogna che si pongano le basi per una legislatura stabile e di riforme. Ecco perché fare primarie aperte per selezionare i parlamentari è l’unica scelta vincente per stare all’attacco e battere i populismi con la democrazia e la partecipazione. Sappiamo che riuscire a farcela sarà un mezzo miracolo, visti i tempi così stretti. Ma dobbiamo farcela. E dobbiamo mantenere lo spirito vincente del 25 novembre. Senza paura.

Commenti

Lascia il tuo commento

Lascia il tuo commento