Sicurezza è vittima di questa manovra

«La sicurezza è la vittima della manovra e del ddl intercettazioni e questo è incredibile da parte di un governo e di una maggioranza che hanno fatto proprio della sicurezza la parola chiave della campagna elettorale». Enrico si è fermato ad ascoltare le rimostranze dei rappresentanti dei sindacati di polizia e difesa che manifestano davanti alla Camera. Rispetto al fatto che il governo ha «blindato» la manovra correttiva dei conti pubblici, che dopo la fiducia al Senato dovrà passare il vaglio della Camera entro la fine del mese, il Pd si dice disponibile anche ad un decreto correttivo, da approvare in seguito, che riveda questa norma.

«Se il governo – ha spiegato Enrico – ha problemi di tempi siamo disposti a farcene carico, cambiando le cose che vanno cambiate oppure subito dopo si faccia un decreto che corregga la manovra perché ci sono storture come questa della sicurezza che sono insostenibili».

Commenti

Lascia il tuo commento

Lascia il tuo commento