Per l’occupazione giovanile il 14 giugno a Roma vertice tra Italia, Francia, Germania, Spagna

Bandiere Italia e UE a Palazzo ChigiCon un comunicato stampa il Governo Italiano ha annunciato l’incontro dedicato al lavoro.

Nel quadro dell’impegno del presidente del consiglio, Enrico Letta, e del governo italiano per la definizione di una politica europea in favore dell’occupazione, specialmente di quella giovanile, il 14 giugno si incontreranno a Roma i ministri dell’Economia e del Lavoro di Italia, Francia, Germania e Spagna. Il vertice sarà aperto da una colazione di lavoro con Enrico Letta.

Tale appuntamento, il primo di questo tipo, vuole essere l’occasione per uno scambio di opinioni e per un coordinamento in vista dei prossimi impegni internazionali: il Consiglio europeo del 27-28 giugno, nella cui agenda alta priorità è stata attribuita proprio al tema della crisi occupazionale, l’evento di Berlino del 3 luglio e la riunione ministeriale del G20 a Mosca di metà luglio.

Il confronto tra i ministri economici e del lavoro dei quattro principali paesi dell’Eurozona, proposto dal ministro del Lavoro e delle Politiche sociali Enrico Giovannini nel corso degli incontri tenuti a Parigi la scorsa settimana, nasce dal riconoscimento che un rapido miglioramento del mercato del lavoro è condizione indispensabile per rilanciare la crescita dell’economia europea. Di conseguenza, anche in vista delle decisioni che assumerà il prossimo Consiglio europeo, i ministri discuteranno di come rafforzare il coordinamento tra politiche finanziarie e del lavoro, a livello nazionale e di Unione europea, per realizzare al meglio la lotta alla disoccupazione, soprattutto quella giovanile.

All’appuntamento di Roma con i ministri Enrico Giovannini e Fabrizio Saccomanni parteciperanno per la Francia il ministro del Lavoro, Occupazione e Dialogo sociale Michel Sapin e il ministro delle FinanzePierre Moscovici; per la Germania il ministro del Lavoro e degli affari sociali Ursula Von der Layen e il ministro delle Finanze Wolfgang Schäuble; per la Spagna il ministro dell’Economia e della CompetitivitàLuis de Guindos Jurado e il ministro per l’Occupazione e la Sicurezza sociale Maria Fátima Bañez García.

Commenti

Lascia il tuo commento

Lascia il tuo commento