Quirinale, PD tenterà tutto per ampia condivisione

“E’ stato un incontro utile per chiarirci sui criteri per individuare una rosa di personalità, poi una personalità che possa rappresentare l’unità del Paese come ha fatto Giorgio Napolitano“, ha spiegato Enrico Letta, al termine dell’incontro alla Camera tra Pier Luigi Bersani e Silvio Berlusconi.
“Vogliamo che si parta con l’idea di eleggere in un momento di grandi divisioni, un presidente largamente condiviso che interpreti l’unità nazionale, e ci sembra che il Pdl voglia muoversi su questa strada”, ha aggiunto il vice segretario del Pd. “Tra Berlusconi e Bersani si è parlato esclusivamente dell’elezione del presidente della Repubblica, di criteri. Ci saranno altri incontri per arrivare al nome. Il Pd sente la forte responsabilità che sul presidente della Repubblica ci sia un segnale forte di unità nazionale”.

“Sarebbe molto bello – ha concluso Letta – se si arrivasse al nome già il 18 aprile, cioè il primo giorno di votazioni e bisognerà tentarle tutte perché il presidente della Repubblica sia eletto con un largo consenso”.

Commenti

Lascia il tuo commento

Lascia il tuo commento