politica estera

Per l’occupazione giovanile il 14 giugno a Roma vertice tra Italia, Francia, Germania, Spagna

Bandiere Italia e UE a Palazzo Chigi

Si incontreranno a Roma i ministri dell’Economia e del Lavoro dei quattro Paesi. E’ il primo vertice di questo tipo e vuole essere l’occasione per uno scambio di opinioni e un coordinamento in vista dei prossimi impegni internazionali a partire dal Consiglio europeo del 27-28 giugno, nella cui agenda su richiesta del Presidente Letta alta priorità è stata attribuita al lavoro.

Il prossimo Consiglio Europeo sarà sul lavoro. Un ottimo inizio

Enrico Letta durante la conferenza stampa dopo il Consiglio Europeo a Bruxelles

Il presidente del Consiglio da Bruxelles annuncia: “Van Rompuy ha accettato la nostra proposta, il tema della disoccupazione giovanile sarà il tema centrale del prossimo Consiglio europeo di giugno. E a luglio i ministri del Lavoro dell’Unione si riuniranno a Berlino per un consiglio straordinario in cui concordare misure contro la disoccupazione giovanile”.

Lavoro e crescita, serve più Europa

Enrico Letta in Parlamento

Il testo dell’intervento con cui Enrico Letta ha illustrato al Parlamento gli obiettivi del Governo per i prossimi appuntamenti europei: “L’Italia ha a cuore l’Europa ed è, per storia e tradizione, nel cuore dell’Europa, ma quella di oggi non ci basta: vogliamo molto di più e molto di meglio e per averlo cercheremo di farci primi interpreti di un europeismo attivo, di proposta e di cambiamento”.

Telefonata tra Enrico Letta e Barack Obama

Barack Obama al telefono

L’Amministrazione americana conferma il proprio impegno a collaborare con i leader europei per promuovere un rapido superamento della crisi economica, prestando attenzione prioritaria alle politiche volte a fronteggiare la disoccupazione giovanile. Obama ha formulato l’auspicio di poter sviluppare quanto prima una personale collaborazione con il Presidente Letta già a partire del prossimo Vertice del G8 in giugno.

Il programma del governo Letta

Enrico Letta ed Angelino Alfano durante la votazione di fiducia alla Camera del 29 aprile 2013

Con 453 voti a favore, 153 contrari, 17 astenuti il Governo Letta ottiene la fiducia della Camera. Tra i punti principali del discorso di presentazione dell’Esecutivo il congelamento dell’IMU, la priorità al lavoro, l’abolizione dei rimborsi elettorali ai partiti, il reddito minimo.

Rigore sì, ma l’Europa non può strozzare la Grecia

parlamento_strasburgo

“L’Europa deve aiutare la Grecia a ripartire, il rigore è giusto, ma non può strozzare il debitore. Questo deve essere lo spirito comunitario. Bisogna che Berlino e Bruxelles lo capiscano. L’Italia deve spingere l’Europa in questa direzione, deve convincere Francia e Germania ad ascoltare alcune giuste rivendicazioni del popolo greco”, ha affermato Enrico Letta, a […]

Berlusconi lasci, noi siamo pronti (video Tg3)

merkesark

Il PD è pronto a prendersi “ogni responsabilità”, riforma delle pensioni compresa, purché Silvio Berlusconi lasci la guida del Governo e permetta la nascita di un “governo di transizione”. Lo ha detto Enrico Letta, intervistato dal Tg3. “Noi pensiamo con molta chiarezza che i sacrifici vanno fatti, ma la nostra idea di sacrifici è molto […]