Senato delle regioni e delle autonomie

La riforma delle istituzioni

Aula parlamentare

Dobbiamo affidare a una sola Camera il compito di conferire o revocare la fiducia al Governo istituendo una seconda Camera – il Senato delle Regioni e delle Autonomie – con l’obiettivo di realizzare compiutamente l’integrazione dello Stato centrale con le autonomie, anche sulla base di una più chiara ripartizione delle competenze tra i livelli di governo con il perfezionamento della riforma del Titolo V. Bisogna riordinare i livelli amministrativi e abolire le provincie. Semplificazione e sussidiarietà devono guidarci al fine di promuovere l’efficienza di tutti i livelli amministrativi e di ridurre i costi di funzionamento dello Stato.

Il programma del governo Letta

Enrico Letta ed Angelino Alfano durante la votazione di fiducia alla Camera del 29 aprile 2013

Con 453 voti a favore, 153 contrari, 17 astenuti il Governo Letta ottiene la fiducia della Camera. Tra i punti principali del discorso di presentazione dell’Esecutivo il congelamento dell’IMU, la priorità al lavoro, l’abolizione dei rimborsi elettorali ai partiti, il reddito minimo.

Grasso-Boldrini, primo passo ora governo del cambiamento

grasso e boldrini

Intervista rilasciata da Enrico Letta a l’Unità

“Una giornata bella come quella di sabato non merita di essere l’unica della legislatura. Non può morire come una farfalla e chi punta a questo farebbe un gravissimo peccato di omissione. Questa potrebbe essere una bellissima legislatura”.