Enrico Letta a “Che tempo che fa” su Rai Tre

Pubblichiamo il video della puntata di Che Tempo che fa del 17 aprile 2016 e una sintesi dell’intervista pubblicata sul sito del Sole 24 Ore.

«Siamo di fronte a grande crisi Europa: sta per finire tutto se continuiamo così. Questa Europa è vicina all’esplosione. Ma sembra non averne contezza». Lo ha denunciato l’ex premier Enrico Letta, ospite a “Che tempo che fa” su Rai Tre. «L’Italia – ha esortato l’ex premier, oggi direttore della Scuola di affari internazionali dell’Istituto di studi politici di Parigi – deve prendere la leadership per rilanciarla». A partire dalla Libia. Mentre «l’Europa – ha aggiunto Letta – deve essere più calda. Troppi cittadini europei vedono un’Europa che protegge solo i vincenti della globalizzazione. Non protegge invece i tanti cittadini che, ad esempio, hanno perso il posto di lavoro».

Letta: sui migranti convincente proposta governo Italia

Con riferimento al “Migration compact”, la proposta inviata dal governo italiano a Bruxelles per gestire la crisi dei migranti, Letta ha parlato di iniziativa «convincente e giusta». E ha esortato: «Ora si tratta di trovare l’accordo con altri Paesi». L’ex premier ha aggiunto che le migrazioni «sono il tema dei prossimi dieci anni», sottolineando l’inmportanza della visita del Papa a Lesbo. «Mi ha colpito moltissimo. Mi ha fatto innanzitutto ricordare – ha evidenziato- perchè l’Europa si chiama così: era il nome di una principessa fenicia e la Fenicia era al di fuori degli attuali confini Ue: un’ extracomunitaria, dunque. L’Europa dovrebbe ricordarselo anzicchè costruire nuovi muri e blindare i confini».
«Pd in grande difficoltà, fa male a se stesso e a Italia»

Letta non ha risparmiato bacchettate al suo partito. «Il Pd – fa detto – lo vedo in grande difficoltà». E anche se «io lo guardo dall’esterno, tutta questa disunione e questo essere tutti contro tutti fa male. E così va male anche l’Italia: al Paese non serve questa continua sfida all’o.k. Corral, serve unire le forze di tutti».

«Sul referendum sulle riforme voterò sì»

Dopo aver sottolineato su twitter di essersi recato a votare oggi per il referendum sulle trivellazioni in mare, Letta da Fazio ha ribadito il suo sì per il referendum atteso a ottobre, confermativo della riforma costituzionale. «Quella riforma – ha detto – è perfettibile ma supera un problema italiano: quello del bicameralismo. Quindi voterò sì nonostante Renzi abbia voluto caricarlo politicamente come se fosse un voto pro o contro di lui»

«Su M5s ho sbagliato, hanno avuto effetto positivo»

Infine una autocritica sul ruolo del M5s. «Ho capito tardi il fenomeno. È stato un mio errore» ha ammesso. E ha aggiunto: «Non condivido molte cose ma l’impatto c’è stato ed è stato positivo sul nostro sistema, pur considerandomi di un’altra parte». Quanto alla morte di Gianroberto Casaleggio, «cambia molto» per i pentastellati e «li obbligherà a crescere più in fretta».

Lascia il tuo commento