Letta: “Perché mi sono fatto da parte? Sono stato mandato via. E’ stato il mio partito su proposta di Renzi”

“Non mi sono fatto da parte, sono stato mandato via dal mio partito e ho preso atto di questo. Ci sono modi e modi per impegnarsi: oggi ho la fortuna di lavorare con i giovani”. Lo ha affermato Enrico Letta, ospite di ‘Agorà’ su Raitre.

E dopo aver garantito l’appoggio ad Andrea Orlando, lo invita a pensare “soprattutto al voto dei cittadini il 30 aprile. Ora c’è questa fase dei congressi, le sezioni, le tessere, i militanti: se c’è una cosa positiva che il Pd aveva fatto era quella di avere un congresso aperto in cui votano i cittadini. Parli ai cittadini e questa è la cosa principale. Lo sta facendo, dica le parole e quello che vuole fare ma lo dica soprattuto ai cittadini, pensando al voto del 30 aprile”.

“Quello che sta succedendo adesso nei circoli, nelle sezioni -ribadisce l’ex premier – è una cosa tutta interna, ma non credo che sia quello che scalderà i cuori o che darà la possibilità di un rilancio vero del Pd, perché il Pd ha bisogno di un rilancio. Io non sono più iscritto, non partecipo alla prima fase, però andrò a votare il 30 aprile per dare un’ultima chance”.

Dal canto suo Orlando sull’appoggio di Letta, sempre ad ‘Agorà’ dice: “Mi onora. E’ una personalità di grande rilievo del centrosinistra italiano, credo che abbia gestito un passaggio molto delicato e spesso poco riconosciuto della vita politica italiana”.

Agorà – Agorà – video – RaiPlay

L’appuntamento quotidiano con il racconto della politica e le notizie di attualità nella mattina di Rai3

Lascia il tuo commento