Stati Uniti d’Europa adesso o mai più

Intervento di chiusura della prima giornata della Conferenza Nazionale PD per il Mezzogiorno, 29 settembre 2012.

“La coesione passa per le scelte nazionali, usciamo dalla crisi con più Europa. La crisi e la questione meridionale non sono economico-finanziarie ma politico-istituzionali. Siamo deboli per burocrazia, tempi della giustizia, qualità del governo. La riforma del Titolo V della Costituzione è stata un errore, così come il federalismo della Lega, che dovrebbe chiedere scusa a imprese e italiani. In questi 18 anni non è stato tutto da buttare, è stata anche la stagione del credito d’imposta. Rivendichiamo la scelta di aver appoggiato la nascita del governo Monti, che ha evitato la creazione di un euro a due velocità, finendo per dividere l’Italia in due. Abbiamo salvato l’Italia tenendola unita, ora andiamo alle elezioni consapevoli di questa forza e consapevoli delle riforme che dovremo fare a partire dall’istruzione. Dal Sud abbiamo anche esempi virtuosi come la Basilicata, prima nell’uso dei fondi strutturali europei”.

Lascia il tuo commento