Intesa-San Paolo: Chiamparino si assuma responsabilità

«Dispiace che Chiamparino se la prenda col suo partito per motivare il pasticcio di cui è stato protagonista e responsabile insieme al presidente della Compagnia San Paolo». Lo ha detto, interpellato dall’ANSA, Enrico, commentando le parole del sindaco di Torino dopo la rinuncia di Domenico Siniscalco. «Invece di una doverosa assunzione di responsabilità – ha aggiunto – rispetto agli errori fatti che già hanno danneggiato la sua città e la più grande banca italiana, il rilancio di Chiamparino, tenta di scaricare le responsabilità sul Pd e sui ‘poteri forti’. Il Pd – ha spiegato Enrico – continua a ritenere che sia sbagliato che la politica, di qualunque colore, tenti di mettere le mani sulle nomine bancarie. In particolare in un momento in cui la Lega annuncia di volerlo fare e in un periodo di turbolenze finanziarie europee in cui è necessario evitare destabilizzazioni dovute a mere manovre di potere politico come quelle tentate e abortite. Quanto ai ‘poteri forti’ – ha concluso – arrivare ad evocarli, normalmente, significa avere esaurito ogni altro possibile argomento difensivo».

Commenti

Lascia il tuo commento

Lascia il tuo commento