È la dimostrazione di cosa vuol dire democrazia

Il PD farà le primarie aperte entro fine anno per scegliere i parlamentari. La decisione è stata presa nell’incontro tra il segretario Pier Luigi Bersani e i segretari regionali e annunciata dal vicesegretario Enrico Letta.

“Se le elezioni si svolgeranno il 17 febbraio faremo le primarie il 29-30 dicembre. Lunedì in Direzione decideremo i particolari ma abbiamo deciso che chiameremo milioni di cittadini sulla base di quelli che hanno partecipato alle primarie del 25 novembre per scegliere i nostri parlamentari. Vogliamo continuare a giocare all’attacco perché le elezioni si vincono così”.

 

“Abbiamo deciso di organizzare primarie vere per la scelta dei candidati al Parlamento, siamo in vantaggio e continueremo a giocare all’attacco. Parteciperanno milioni di italiani su tutti i territori, i tempi sono strettissimi ma vogliamo farle comunque perché riteniamo sia la strada migliore per vincere le prossime elezioni politiche”.
La riprova della bontà della decisione per Letta sta anche in quanto sta accadendo nel Movimento Cinque Stelle, dopo la decisione di Beppe Grillo di espellere Giovanni Favia e Federica Salsi. “È la dimostrazione di cosa vuol dire democrazia interna a un partito…”, ha ironizzato.

Commenti

Lascia il tuo commento

Lascia il tuo commento