Unire, unire, unire

Scissione in vista nel Pd? La domanda, rivolta dal Tg3 (dal minuto 15:30), trova il vicesegretario democrat Enrico Letta “preoccupato”, ma anche determinato a lavorare “per unire”.
“Qui – spiega – vince chi unisce. Io sono preoccupato per questi toni che si sono alzati troppo”, mentre la linea “di Bersani e di tutto il Pd” è quella della responsabilità verso il Paese.
“I toni e i veti – aggiunge – non sono assolutamente condivisibili. Renzi è una risorsa per il presente e per il futuro del Pd, ma ora c’è un rischio di spaccatura del partito mentre il Paese è allo stremo. Non possiamo spaccarci in questo momento”.
Noi “lavoriamo per soluzioni condivise” ma poi alla fine “decideremo”. Il tema di fondo, conclude, “è di sistema con un Pd unito che riesca a unire. Ma – avverte – non accetteremo umiliazioni e il Pdl deve saperlo”.
“Noi faremo di tutto e in tutte le direzioni perché le istituzioni sono di tutti. Ma le parole di Berlusconi su Prodi sono inaccettabili” così come “la logica dei veti incrociati”.

Commenti

Lascia il tuo commento

Lascia il tuo commento